Presagio

Tonfacome insegna la santa sede, promuovere per rimuovere. e così il vecchio capo della polizia, quello del giòtto, inquisito per la storiaccia della diaz, lo sbattono a fare qualcosa di prestigioso in ambito internazionale, tipo parlare coll’efbiài e con scotlandiàrd. e il suo posto viene preso dal suo vice. col nome rassicurante. manganelli. e se il buon giorno si vede dal mattino…

~ di G. su giugno 25, 2007.

3 Risposte to “Presagio”

  1. …sigh…

  2. Dicevano i romani “nomen est omen” (il nome è un presagio)…
    Speriamo bene e temiamo per il peggio.
    “L’ottimista proclama che siamo nel migliore dei mondi possibili. Il pessimista teme che sia vero.”
    James Branch Cabell

  3. cioè mi pare che da sperare o non sperare c’è poco, nel senso che il fatto è andato, e con questa cosa, ce la siamo prensa nelc.

    Manganelli è anche il nome di uno scrittore ficherrimo e poco considerato, certo Giorgio manganelli che ha scritto una cosa bellissima, Centuria se chiama, e se non l’hai letto – procuretelo perchè secondo me ti piace. Armeno te consoli.

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: