Càstomer sèrvis

ci sono alcune categorie di clienti che sono, francamente, ingestibili. non li puoi mandare a cagare. non li puoi ignorare. non puoi neppure controbattere. devi tacere e comportarti in modo urbano. e, quindi, quando mi ha chiamato questo tizio da un posto dove si fregiano di essere matti e se fai alcune cose in piazza ti danno il diploma di matto onorario, l’unica cosa che ho potuto fare è stato intrattenerlo con 43 minuti (q-u-a-r-a-n-t-a-t-r-e) di monosillabi:
sì, cert… eh, beh, ma non è ch… ma guardi che non… va bene, ma  si figuri se noi… eh, no, non è che sia propr…
e mentre smongolavo al telefono con questo, la responsabile dell’ufficio mi ha fotografato. esponendo il tutto alla gogna mediatica. ora in ufficio, campeggia appesa al muro questa edificante immagine:

Cliente_logorroico

~ di G. su luglio 17, 2007.

8 Risposte to “Càstomer sèrvis”

  1. AAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHH MERAVIGLIOOOOOOUUUUUUUSOOOUUUUUU!!!

    l’arte del monisillabo prima o poi prevede un saltino in più, uno alla matrix, dove frapponendo tra te e il cliente dei “trgfffchtbsss”, in verità inoculi al logorroico l’imput imprescindibile di andare al bagno a far pipì e popò.

  2. hey!!! ma hai la maglietta dei Modena :-)))))

  3. Grande!

  4. hahahahahahahhahaha un po’ come sto io dopo una giornata con VINICIO…

  5. è un sacco bello avere dei colleghi col senso dell’umorismo… 🙂

  6. sei orgogliosissimo della foto, vero?!?!? :))))

  7. beliissima sta FOTO………!!!!!!!!!!!

  8. Troppo forte sta foto!!!!!

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: