Perché fa buio

stamattina, assonnato, sull’autobus ho letto due brevi notizie. una l’avevo già sentita al telegiornale, invero. e questa notizia è che il governo lascerà scadere il decreto sulla sicurezza. per mancanza di tempi tecnici per poterlo convertire in legge e per eliminare le norme contro l’omofobia che tante preoccupazioni destavano ai democristi. e io mi chiedo questa cosa qui. mettiamo che viviamo in un paese dove ogni tanto ci sono dei tizi, mettiamo fascisti ma anche no, che se la prendono con quelli coi capelli rossi e che li menano a bastonate urlandogli peldicaròta dimmèrda! e allora i comunisti, che son sensibili alle cose rosse, infilano di contrabbando un emendamento ad un decreto che dice che se vuoi pestare uno coi capelli rossi in quanto tale, finisci nei guai un po’ più seri di prima. ora, volendo, si può aggirare l’ostacolo se, mentre gliele suoni, invece che peldicaròta dimmèrda gli urli, chessò, iuventìno del cazzo. comunque, c’è una setta religiosa piuttosto frequentata che dice che se hai i capelli rossi te li devi tingere. e vabbeh. ma questa setta predica (…cherebbe) la non violenza e il rispetto delle genti tutte. allora mi chiedo, ma se io tutelo quelli coi capelli rossi, a te, religioso, ma che te ne fotte? e ma se invece si tratta dei froci è tutto un altro discorso, no? e accampano il fatto che la direttiva europea a cui si riferisce quell’emendamento non è proprio citata a proposito. e allora? ma dico, se tutelo alcuni diritti (mica tutti, eh?) di una categoria di persone, senza ledere in nessuna maniera i diritti di altri, se non quello di menare impunemente il proprio prossimo, cosa che mi dicono non essere proprio legale, ma che ti costa, cattolico, startene zitto? allora sei d’accordo coi tizi, mettiamo fascisti ma anche no, che provano gusto a menare i gay in quanto tali. ah, la pietas cattolica! ah, la carità cristiana!
l’altra notizia è che il 61% dei quindicenni italiani non è in grado di spiegare il perché venga la notte. e tutto torna. copernico è vissuto invano. galileo poteva fare a meno dell’abiura. il 61% dei quindicenni vive nel medioevo. beh, a quei tempi gli omosessuali li bruciavano sul rogo. ora si possono solo pestare per bene.
la notte viene perché c’è gente che pensa a ‘sto modo qui. 

~ di G. su dicembre 20, 2007.

5 Risposte to “Perché fa buio”

  1. Se non fosse che sembra presaculo e non lo vuol’essere affatto, ti direi amen fratello.

  2. Ti rubo l’ultimo paragrafo per le citazie sul mio blog.

  3. […] invece no. Partito democratico. Il Puntoggì si chiede perchè viene buio. Perchè succede che gli sediamo vicino, a questi rifiuti, succede che […]

  4. Sei un grande! mi hai fatto morir dal ridere, e meno male!, che a farmi piangere ce ne sono già abbastanza. Senza fare troppa polemica, ricordo solo che chi bruciava i finocchi sul rogo insaporendoli con tale ortaggio (io sarei stato saporitissimo), era proprio la suddetta carità della Chiesa, e che a tutt’oggi, i suoi eserciti sono ovunque, basti citare la Fedelissima (e nemmeno troppo velata) Militia Christi… Che dire…: spegniamo la televisione!

  5. hei, grazie HaD! certo, è un peccato essersi persi quei tempi d’oro e l’occasione di dare il meglio di sé sotto forma di pietanza! ma non disperiamo: tra opusdèi e miliziacristi, magari si fa un bel revival. io e gli amici della comune-ty ti terremo compagnia come eretici. putpurrì di arrosti… fico! 😀

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: